edoc

Poesie

Terzoli, Maria Antonietta, ed. (1993) Poesie. Collezione di poesia, 240. Torino.

Full text not available from this repository.

Official URL: http://edoc.unibas.ch/dok/A974553

Downloads: Statistics Overview

Abstract

Il volume propone l'edizione critica e commentata delle poesie di Carlo Emilio Gadda: quelle pubblicate vivente l'autore (sette, di cui due in doppia redazione: [4] e [5]; [19] e [20]) e quelle inedite (dodici, conservate nel fondo gaddiano di Gian Carlo Roscioni). A queste si aggiunge una poesia mai pubblicata da Gadda, reperita nell'Archivio Garzanti e edita nel volume V delle Opere [18]. Si sono accolte anche le traduzioni poetiche di qualche ampiezza (tralasciando quelle dallo spagnolo: pochi versi e già inclusi nella prosa dell'originale): un frammento dell'Apocalisse - conservato nel fondo Roscioni e presso l'Archivio Bonsanti del Gabinetto Vieusseux - mai pubblicato dall'autore, ma edito nel 1988 ([22]); due versioni da Edwin Arlington Robinson edite nel 1958 in un volume miscellaneo di poesia straniera ([24] e [25]). Per le poesie edite si forniscono gli estremi della prima edizione a stampa (su cui sono esemplati i testi qui riprodotti) e si segnalano le eventuali attestazioni manoscritte attualmente note. Per gli inediti si descrivono i manoscritti che li testimoniano e forniscono il testo qui pubblicato. Se opportuno, si registrano anche indicazioni d'autore attinenti a questi testi. Per quanto riguarda l'apparato critico delle varianti si è ritenuto opportuno non fornire l'intero processo compositivo attestato dagli autografi, ma render conto solo dell'ultima fase reperibile in ogni testimone. Le poesie di Gadda costituiscono un corpus di materiali eterogenei e difformi, difficilmente riconducibile a un comun denominatore. La distinzione tra edito e inedito si complica di categorie dai contorni meno netti, in presenza di testi solo provvisoriamente conclusi, con versioni rifatte a distanza di decenni, di poesie incompiute, o addirittura dotate per alcune parti di redazioni plurime. Si è in presenza del massimo grado di divaricazione tra testi editi e primi abbozzi, talora riconoscibili solo a posteriori. Al filologo è richiesta un'estrema cautela nel decifrare e tentare un ordinamento di questi materiali. All'editore critico si impone la necessità di scelte mirate, che riconoscano la volontà dell'autore e la rispettino fedelmente, quand'anche questa volontà si manifesti come impossibilità di scegliere tra versioni diverse o tra frammenti concorrenti (caso limite: [17]).
Faculties and Departments:04 Faculty of Humanities and Social Sciences > Departement Sprach- und Literaturwissenschaften > Fachbereich Italianistik > Italienische Literaturwissenschaft (Terzoli)
UniBasel Contributors:Terzoli, Maria Antonietta
Item Type:Book
Bibsysno:Link to catalogue
Publisher:Giulio Einaudi
ISBN:88-06-13384-5
Number of Pages:XXXI, 130 S.
Note:Publication type according to Uni Basel Research Database: Edited book
Last Modified:22 Mar 2012 14:29
Deposited On:22 Mar 2012 14:10

Repository Staff Only: item control page