edoc

Intermezzo quasi giapponese

Terzoli, Maria Antonietta, ed. (2007) Intermezzo quasi giapponese. Opere inedite di cultura, 13. Parma.

Full text not available from this repository.

Official URL: http://edoc.unibas.ch/dok/A4313097

Downloads: Statistics Overview

Abstract

Tra le carte di Francesco Ingrao erano conservate le fotocopie di un fascicoletto manoscritto di ventiquattro poesie che portava la firma di Saba, con una lettera d'accompagnamento, del 12 settembre 1928, indirizzata a Enrico Terracini. La lettera lo presentava come dono speciale all'amico, inviatogli a compenso "della poca e maliconica compagnia" che Saba aveva potuto fargli. Terracini ne donò copia al dottor Ingrao, dal quale era stato forse in cura, ripetendo a sua volta il gesto compiuto dall'autore e salvando così un importante documento dell'attività poetica di Saba, del quale non si conosce altra traccia. Il fascicoletto, che si pubblica in questo volume (con la riproduzione integrale dell'autografo e con tavole di Filippo De Pisis) costituisce la forma più ampia fin qui nota dell'Intermezzo quasi giapponese. La serie, risalente agli anni 1916-1917, con qualche prolungamento nel 1918, era prevista come una sezione del Canzoniere del 1919 rimasto manoscritto. Escluso poi dal Canzoniere del 1921, l'Intermezzo rimase inedito fino al 1973, quando ne fu pubblicata una forma con diciotto poesie. La serie si arricchisce ora di sette testi inediti. Il fascicoletto conferma inoltre che altre poesie riesumate dal poeta in anni più tardi facevano parte di questo corpus e soprattutto attesta una successione dei testi sensibilmente diversa da quella nota: da attribuire a un diverso progetto di costruzione, risalente probabilmente all'estate del 1927. Al di là delle poesie inedite che contiene e delle varianti di poesie già note (di cui si dà conto nelle note di apparato), il manoscritto testimonia in effetti la forma più organica del progetto "giapponese": fissato in una raccolta d'autore riemersa nella ricerca del poeta ancora all'altezza del 1927-1928, quando Saba si dedicò a un riordinamento generale delle sue poesie. Il libro contiene anche un saggio della curatrice che colloca questa esperimento poetico nell'ambito della moda "giapponese" di primo Novecento.
Faculties and Departments:04 Faculty of Humanities and Social Sciences > Departement Sprach- und Literaturwissenschaften > Fachbereich Italianistik > Italienische Literaturwissenschaft (Terzoli)
UniBasel Contributors:Terzoli, Maria Antonietta
Item Type:Book
Bibsysno:Link to catalogue
Publisher:Monte Università Parma
ISBN:978-88-7847-138-2
Number of Pages:115 p.
Note:Note: Poems, publ. for the first time -- Note: Critical ed. -- Note: Facs. repr. of the manuscript with transcription -- Note: On t.p.: Università degli studi di Parma ... -- Publication type according to Uni Basel Research Database: Edited book
Last Modified:22 Mar 2012 14:30
Deposited On:22 Mar 2012 14:11

Repository Staff Only: item control page